Arte Calore logo red

L’IMPORTANZA DI CIÒ CHE NON VEDIAMO

 

SISTEMA MULTIPOWER

Artecalore si è posta come mission aziendale di portare il proprio prodotto alla qualità assoluta. Questa ambizione comporta notevole sperimentazione e studio da parte del laboratorio interno RDA (Research & Design Artecalore) che si avvale pure di professionisti esterni qualificati per sviluppare il prodotto, i materiali e la tecnologia che lo controllano. La ricerca degli ultimi anni ha portato a risultati notevoli: oggi siamo ai primi posti in Europa per rendimenti elevati ed emissioni veramente basse.

Grazie al nuovo sistema Multipower abbiamo sviluppato una camera di combustione che sfrutta in maniera totale la combustione a letto di cenere ed è gestita da una nuovissima valvola di controllo dell’aria che non solo è automatica ma è anche autonoma. In fase di installazione viene tarata con una regolazione a vite per essere adeguata al tiraggio della canna fumaria e poter garantire le performance massime.

LE COMPONENTI

.  nuova camera di combustione;

.  mattoni pressati e ribattuti di refrattario da 40 mm;

.  griglia a letto di cenere;

.  aria primaria automatica e autonoma;

.  aria secondaria pre-riscaldata per griglia a letto di cenere e pulizia porta-vetro;

.  masse tecniche sopra il forno per rallentare l’uscita dei fumi e favorire l’accumulo di calore che viene rilasciato per molte ore dopo lo spegnimento.

sistema green

Il nuovo sistema Multipower prevede uno sviluppo della camera di combustione costruita con mattoni refrattari di tipo pressato e martellato di notevole spessore e con alto contenuto di allumina, che hanno particolari aperture a quote e con geometrie differenti.
Sui tre lati della camera di combustione, infatti, abbiamo dei mattoni che presentano delle asole dalle quali passa l’aria secondaria per gestire la combustione a letto di cenere. Questa si ottiene quando, a combustione avviata e stabile, chiudiamo la griglia in acciaio, deviando il flusso dell’aria comburente nei condotti che la portano dietro ai mattoni e favoriscono l’ingresso di aria pre-riscaldata dalle asole a geometria variabile presenti nei mattoni stessi. Si genera, in tal modo, una sorta di pirolisi del particolato dei fumi, garantendo una significativa riduzione delle emissioni nell’ambiente e al contempo una pulizia migliore della cucina lasciando i giri dei fumi più liberi e puliti.

due vantaggi

Tale combustione unisce due vantaggi ovvero si abbassano i consumi di legna, rallentando la combustione e, al contempo, si ottengono temperature più elevate che permettono di avere temperature in camera di combustione nell’ordine dei 900° C, riscaldando sia le masse tecniche orizzontali, nonché tutte le parti in cemento refrattario presenti dietro e sotto il forno che, unitamente ai mattoni della camera di combustione, costituiscono il 50% del peso totale della cucina.

volano termico

I mattoni refrattari orizzontali, con la loro particolare geometria, favoriscono non solo una circolazione dei fumi nella camera di combustione prima della loro uscita girando attorno al forno e successivamente entrando in canna fumaria, ma generano pure un aumento notevole del volano termico ottenuto dall’accumulo di calore in tutte queste masse refrattarie presenti nella cucina a legna. La differenza tra le temperature che abbiamo in camera di combustione e quelle che troviamo sull’uscita dei fumi è veramente elevata: più di 700° C. Ciò permette di sviluppare un irraggiamento del calore in ambiente per oltre 12 ore dall’ultima carica. Alle tradizionali tre funzioni di cottura su piastra, cottura in forno e riscaldamento a fuoco continuo, aggiungiamo una quarta funzione, ovvero il riscaldamento a fuoco spento grazie al grande accumulo di calore nei refrattari.

.

Non siamo grandi ma sappiamo quello che facciamo

.